Iscriviti alla Newsletter


Invia
News - HOME

Home Freccia Radio Digitali DMR Freccia DMR COSA E PERCHE' Freccia DMR AMATORIALE



DMR AMATORIALE


.

Descrizione


Linee guida uso DMR

 

Salute a tutti,

 

con l'intento di dare adeguata informazione a chi si avvicina al DMR, di seguito vorrei indicare le principali linne guida, una specie di guida veloce sull'uso del sistema DMR amatoriale.

 

Come è noto, il sistema DMR si serve di "Talk Group", semplicemente detti TG, cioè dire gruppi di chiamata, per inoltrare le varie comunicazioni.

 

Per dafault, la rete amatoriale DMR-Marc prevedere l'uso dello slot 1, per le chiamate in rete mondiale;

Talk group 1, per le chiamate destinate a tutti i ripetitori del mondo;

TG  2, per le chiamate destinate alle stazioni/ripetitori europei;

TG 222, per le chiamate desitnate alle stazioni/ripetitori italiani;

TG 9 per le chiamate destinate all'uso locale.

( si veda:    http://www.dmr-marc.net/GSM-ID.html  per tutti gli altri TG )

 

Come ben sapete, entrambi gli slot sono indipendenti e possono funzionare contemporaneamente;   però, sullo stesso slot può transitare solo una chiamata alla volta, che sia con talk group 1, 2, 222 o via dicendo.    il sistema DMR è infatti definito "unicast", cioè dire che le chiamate che originano con Talk group 1 mandano in trasmissione tutti i ripetitori collegati al mondo.   Medesima cosa, per gli altri Talk group.

 

Dunque, la regola generale e le stesse indicazioni del gruppo DMR-Marc chiedono di utilizzare qualsiasi comunicazione sullo slot 1 con una certa parsimonia.

 

Si deve considerare che se qualcuno trasmette sul TG 2, il ripetitore di Roma potrà ritrasmettere solo quella comunicazione, lasciando impossibilitati tutti gli altri gruppi.

 

Viceversa, lo slot 2 di ogni ripetitore non è collegato in rete mondiale e può essere utilizzato per comunicazioni di tipo locale;   l'uso dello slot 2 non interferisce affatto con il funzionamento dello slot 1.

 

Per questo motivo, utilizzate sempre lo slot 2 per fare traffico locale su Roma.

 

 

Presentazione DMR Roma

 

Salve,

come richesto da molti, potrete trovare la presentazione del sistema DMR di Roma;   il file è suddiviso in due parti, vista la grandezza.

 

Parte prima:    www.ik0yyy.it/lf/images/incontri/dmr_1.pdf

 

Parte seconda:   www.ik0yyy.it/lf/images/incontri/dmr_2.pdf

 

Come ho detto durante la serata, si tratta esclusivamente di una brevissima e poco seria presentazione di quello che ho capito nei primi due mesi di prove con apparati digitale della serie DMR;    come qualcuno saprà, non sono un tecnico, per cui tutto quello che so, lo vivo come esperienza, magari senza comprenderne neanche tutte le caratteristiche peculiari.

 

Buon divertimento.

 

Luca IK0YYY.

 

Nuova sperimentazione digitale

 

Giovedì 28 febbraio, dopo un viaggio di qualche centinaia di chilometri fatto in treno, io e Nicola IZ0OWE siamo stati ricevuti presso un noto centro rivenditore del marchio Motorola in Italia, dove siamo stati accolti da un gruppo di persone, se possibile, ancor più appassionate di noi.

Il motivo della nostra visita era quello di presenziare alla consegna di un impianto digitale per cominciare una nuova era di test sperimentali, in banda radioamatori.

 

Tutto risale al mese di gennaio 2013, quando abbiamo avuto l'occasione di assistere a Roma ad una serie di test Motorola, questa volta in banda civile professionale;   galeotta e spregiudicata è stata una mia frase:   " se ci date un impianto così a noi radioamatori, ve la testiamo molto meglio ! ".

 

Mai una frase avrebbe potuto essere così fuori luogo, si dovrebbe dire !    Due poveri radioamatori che si mettevano a sentenziare su una serie di apparati così blasonata e specializzata ....... davvero fuori luogo e presuntuoso era stato il mio intervento.

 

Mi è capitato già altre vote:    nella vita bisogna anche essere un pò testardi e spavaldi;     qualcosa deve essere successo anche in questa occasione, perchè neanche dopo poche ore dal pronunziamento sfacciato, siamo stati chiamati e convocati a Torino.

E, la sopresa più grande, è stata quella di scoprire di aver suscitato un certo interesse, con quella frase sibillina !

 

Arrivati a Torino, come detto, siamo stati ricevuti in pompa magna, abbiamo visitato una struttura con apparecchiature all'avanguardia, strumenti dappertutto ed un numero di tecnici, tutti molto interessati al nostro modo di fare radiocomunicazioni.    Anzi, abbiamo trovato tra i tecnici anche un paio di radioamatori non ... praticanti, cioè dire non attivi in campo amatoriale e, chissà mai, se adesso siamo anche riusciti a fargli venire un pò la voglia.

 

Dopo aver conosciuto tutti, compreso il boss che, lo devo dire con curiosità, ad un certo punto delle nostre discussioni, mi ha preso sottobraccia e mi portato a farmi vedere un vero paradiso terrestre, una stanza di oltre trecento metri quadrati pieno zeppo all'inverosimile di filtri, cavità, passa-banda, passa-alto, di ogni ordione e grado, per ogni frequenza e di ogni età;    ho visto delle cose che non avevo mai visto, o ne avevo solo sentito parlare !    Questo per dirvi la grande passione che c'e', dietro tutto questo.

 

Per farla breve, il nostro viaggio di ritorno è stato con un pacco di circa venti chili, con un ponte ripetitore DR3000 e la promessa di farlo funzionare in banda radioamatori, per testarlo davvero in ogni condizione.    Lo sappiamo bene che i radioamatori riescono a creare delle condizioni di uso impossibile a replicare:   potenze ridotte, batterie quasi sempre scariche, antenne improbabili e posizioni irraggiungibili.

 

Con l'obbligo morale di dar seguito alle nostre promesse, siamo sbarcati alla stazione Termini di Roma, alle 21.40 e, vi posso garantire che, alle ore 23 circa il ripetitore era stato già acceso da casa mia, in test !

 

Possiamo dunque dire che è iniziata una nuova esperienza nel campo digitale, questa volta non più D-Star, ma Motorola;   al momento, non sappiamo dire se sia meglio, peggio, identico o cosa altro.

Posso solo dire che è attivo e che da venerdì 8 marzo è stato collegato ad un server mondiale che raccoglie circa 250 ripetitori, tutti radioamatoriali, in un circuito e in questo modo è possibile collegare stazioni di quasi ogni parte del mondo.

Per chi fosse interessato, vi invito a sfogliare questo sito:    www.dmr-marc.net

 

Nei prossimi giorni, pubblicheremo i risultati dei test, le frequenze, le procedure di programmazione e qualsiasi altra informazione utile per sperimentare questo nuovo digitale.

 

IZ0OWE Nicola e Luca IK0YYY, Roma.

 

Guida configurazione Mototrbo utente

 

Link alla guida per la configurazione di un apparato MotoTRBO utente.

 

www.ik0yyy.it/lf/images/documenti/configurazione_utente_mototrbo.pdf

 

 

 

 

 

Un particolare e sentito ringraziamento alla ditta BPG di Pinasca, Torino, la quale ha creduto nella nostra sperimentazione e ci ha fornito un ripetitore della serie DR3000 Motorola.

Per maggiori informazioni, visitate il sito:    www.bpg.it

 

 

Da parte dei radioamatori di Roma, un caloroso grazie per la collaborazione.

 Advantec Distribution


Bartolini corriere espresso